[an error occurred while processing this directive]

Lavanda Angustifolia Miller - Lavanda officinalis

 

Lavanda olio essenziale Denominazione botanica: Lavanda Angustifolia Miller
Famiglia: Labiate
Habitat: regioni meditarranee, fino ad un altitudine di 1700m.
Sinonimi: spiga di san Giovanni, Lavanda vera
Provenienza: Francia Meridionale, Regioni Mediterranee, spontanea o coltivata
La lavanda Ŕ sicuramente la pianta pi¨ conosciuta e pi¨ utilizzata tradizionalmente. Tuttavia spesso ci si riferisce alla lavanda ma in realtÓ si fa riferimento diverse specie del genere "lavandula".
La lavanda officinalis Ŕ una pianta cespugliosa di colore verde grigio, slanciato con fiori violacei alla sommitÓ. Radifica in terreni sassosi e aridi penetrando con le radici nelle fessure del terreno. Raggiunge il metro di altezza.
[an error occurred while processing this directive]


Lavanda Olio essenziale

L'olio essenziale della Lavanda si ottiene dai fiori per distillazione e contiene molti esteri.
Ha moltissime proprietÓ, tra queste:
- Analgesico
In caso di dolore articolare, si utilizzano 15-20 gocce di olio essenziale in 30-50ml di olio di sesamo, con questa miscela si masaggia la parte interessate per 10-15 minuti.

- Calmante
viene utilizzato, quando per tensione nervosa non si riesce a dormire, utilizzando una o due gocce su un fazzoletto. Se ne annusa la profumazione per un naturale e fisiologico rilassamento.

- Antiinfiammatorio
quando vi sono infezioni o punture di insetto, si utilizzano dalle 4 alle 6 gocce in un bicchiere di acqua, si immerge una garza idrofila e, quando l'impaco Ŕ ben impregnato della miscela, si utilizza come impacco sulla parte interessata.

Caratteristiche dell'olio essenziale
Cariche Organolettiche: limpido da incolore a giallo, odore caratteristico
SolubilitÓ: leggermente solubile in acqua, solubile in 4 volumi di alcool a 70%
Principi attivi.: acetato di linalile, linalolo, pinene, limonene, geraniolo
Titolo FU o altro testo:30-40% di linalile acetato (Merck Index)
Identificazione: TLC
Saggi: d 0.880-0.905; pot.rot.spec.-3gradi/-10gradi; indice di rifrazione 1.459-1.470
IncompatibilitÓ: HNO3, H2SO4, I, ipocloriti, acqua di cloro (miscele pericolose)
Indicato nella moderna bibliografia come: antispasmodico, antisettico, diuretico, carminativo

Note e avvertenze:
Sebbene ben tollerato, si consiglia l'utilizzo via orale solo dopo la consultazione di un medico o del naturopata.



[an error occurred while processing this directive]
- ww5 - bids3